About Us

Our Work

Members

Newsroom

Events

People

Stay In Touch

Bucarest / 16 March 2019 / IT

Manifesto regionale e locale del PPE in vista delle elezioni europee del 2019

  1. Vogliamo un’Unione europea con i cittadini e per i cittadini
    Vogliamo un’Unione europea con i cittadini e per i cittadini il cui punto di partenza siano le nostre città, piccole e grandi, e le nostre regioni. Abbiamo bisogno di un’Unione europea profondamente radicata nei territori e fondata su valori democratici. Abbiamo bisogno di un’Unione europea che soddisfi le aspirazioni dei suoi popoli. Vogliamo un’Unione europea forte ed efficiente che rafforzi e tuteli la pace, la libertà e la prosperità di cui godiamo. Vogliamo essere orgogliosi della nostra identità di cittadini europei, appartenenti alle nostre città, regioni e Stati membri, uniti nella diversità.
  2. Vogliamo vivere in un’Unione europea sostenibile che protegga e crei opportunità per i suoi cittadini
    Auspichiamo un’Unione europea che protegga noi, le nostre famiglie, il nostro stile di vita e il nostro pianeta. Vogliamo un’Unione europea che garantisca la sicurezza rafforzando le sue frontiere esterne e lottando al suo interno contro l’estremismo e il nazionalismo. Abbiamo bisogno di un’Unione europea che sostenga la famiglia, offra pari opportunità, tuteli le fasce sociali più deboli e promuova una società ricca e inclusiva; un’Unione europea che consenta ai cittadini di ricevere una buona istruzione, un’assistenza sanitaria di qualità e opportunità lavorative. Vogliamo un’Unione europea che investa nelle imprese locali, oltre che in una ricerca e innovazione in grado di trasformare la vita dei cittadini mettendo a punto terapie per malattie incurabili, realizzando trasporti più ecologici e rendendo gli edifici più efficienti sotto il profilo energetico.
  3. Abbiamo bisogno di maggiore coesione tra le regioni, le città e le zone rurali dell’Unione europea
    Abbiamo bisogno di un’Unione europea della solidarietà che garantisca la coesione economica, sociale e territoriale. Difendiamo la coesione quale valore europeo fondamentale, in quanto crea opportunità per gli abitanti delle regioni più ricche e di quelle più povere, rafforza il mercato unico e accresce il sentimento di appartenenza al progetto europeo. Riteniamo che sia di vitale importanza ridurre le disparità tra i territori europei e aumentarne la competitività. Chiediamo – quale presupposto indispensabile per l’erogazione di servizi efficaci ed efficienti sia alle imprese che ai singoli cittadini – una pubblica amministrazione europea, nazionale, regionale e locale digitalizzata, di facile accesso per l’utente e interconnessa.
  4. Vogliamo un’Unione europea che adotti decisioni al livello più vicino ai cittadini nel rispetto del principio di sussidiarietà
    Siamo per un’Unione efficiente e democratica più vicina ai suoi cittadini. Siamo convinti che la titolarità e la fiducia inducano i cittadini a sentire l’Europa, vedere l’Europa, essere l’Europa. Dobbiamo tener presente che la politica non conosce frontiere: lo dimostra la fiducia degli elettori che votano per un Parlamento europeo, 41 camere di parlamenti nazionali, 74 assemblee legislative regionali, 280 enti regionali e 80 000 enti locali. Gli enti locali e regionali attuano il 70 % di tutta la legislazione dell’UE e rappresentano la metà del pubblico impiego, un terzo della spesa pubblica e due terzi degli investimenti pubblici. I leader locali e regionali possono contare sul più alto grado di fiducia espresso dai cittadini dell’UE per poter affrontare problemi locali con soluzioni europee in settori quali i trasporti, l’energia, i cambiamenti climatici, la digitalizzazione, ma anche la migrazione, la sicurezza e la lotta al terrorismo. L’Unione europea e i suoi Stati membri hanno bisogno, quindi, di un decentramento più avanzato e di regioni più forti dotate delle competenze e delle risorse necessarie per ottenere risultati al livello più vicino possibile ai cittadini. I politici europei, nazionali, regionali e locali devono lavorare insieme per costruire un’Europa di prossimità che corrisponda alle realtà dei territori europei. Tutti insieme dobbiamo rafforzare la legittimità democratica dell’Unione per metterla al passo con il XXI secolo.
  5. La famiglia del PPE propone un metodo concreto da seguire nell’interesse di tutti i cittadini dell’UE
    Noi, la famiglia dei leader del PPE a livello nazionale, regionale, locale ed europeo, abbiamo la responsabilità di dialogare con tutti i cittadini, di prestare ascolto alle loro opinioni, di soddisfare le loro esigenze e di consolidare le fondamenta dell’Unione europea. Sono state attuate con successo riforme importanti, che hanno indubbiamente migliorato la vita delle persone. Per noi, famiglia del PPE, la portata del progetto europeo non si limita alle sole istituzioni con sede a Bruxelles. Abbiamo il dovere di comunicare con coraggio e determinazione sia sui risultati ottenuti sul campo che sui traguardi che intendiamo raggiungere in futuro, se non vogliamo che l’UE finisca in balìa di euroscettici e populisti. Insieme, vogliamo fare dell’Europa una casa più aperta, dinamica e gradevole per i suoi cittadini. Ci impegniamo a formare una squadra unita a sostegno di Manfred Weber, lo Spitzenkandidat (capolista candidato alla presidenza della Commissione europea) del PPE, per lavorare come un’unica famiglia politica forte, coesa e responsabile nell’interesse dei nostri concittadini.